17 ed era passato attraverso il protocollo di screening avanzato in vigore presso l’aeroporto JFK

17 ed era passato attraverso il protocollo di screening avanzato in vigore presso l’aeroporto JFK

Se lo sei, lo saprò entro un paio d’ore," lei disse. "Non abbiamo questi test con malattie mentali. Ecco perché vedi così tante persone con malattie mentali, che hanno commesso queste atrocità. Non sempre sappiamo con chi è un po ‘difficile avere a che fare e chi andrà a prendere una pistola e andrà a una scuola elementare e ucciderà tutti."

Ciò è particolarmente tragico perché molte delle uccisioni di massa avrebbero potuto essere evitate se i pazienti avessero ricevuto l’assistenza sanitaria mentale necessaria, secondo Kristina Ragosta, direttrice dell’advocacy al TAC: "Non ho mai visto alcuna prova che persone con gravi malattie mentali, schizofrenia e disturbo bipolare, sottoposte a un trattamento appropriato, abbiano commesso uno di questi incidenti di massa."

Un nuovo piano

Per aiutare a prevenire queste tragedie e garantire che i pazienti psichiatrici continuino il trattamento, 45 stati hanno istituito programmi di trattamento ambulatoriale assistito (AOT). Gli unici stati senza il programma sono Maryland, Connecticut, Massachusetts, Tennessee e New Mexico.

Attraverso l’AOT, un paziente con una grave malattia mentale e una storia di non conformità medica viene rilasciato nella comunità, ma con un piano di trattamento ordinato dal tribunale, creato da uno psichiatra valutatore.

Questi pazienti ricevono la gestione del caso, la gestione dei farmaci, la terapia individuale o di gruppo, i programmi giornalieri e il trattamento per l’abuso di sostanze. I case manager, i membri del team di Assertive Community Treatment (ACT), i sostenitori dei pazienti e i membri della famiglia lavorano e monitorano il paziente. "In genere, la violazione delle condizioni ordinate dal tribunale può comportare il ricovero dell’individuo per ulteriori cure," secondo il sito web di TAC.

Uno studio pubblicato di recente ha esaminato l’esperienza dello Stato di New York con il suo programma AOT. Lo studio ha concluso che i programmi hanno consentito di risparmiare denaro statale prevenendo costosi interventi in crisi psichiatriche. I programmi hanno anche beneficiato i pazienti.

Secondo un sondaggio commissionato dallo Stato, il 75% dei partecipanti ha riferito che il programma li ha aiutati a stare bene e il 90% ha riferito che il programma li ha resi più propensi a mantenere gli appuntamenti e prendere i farmaci.

Negli ultimi 10 anni, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha condotto studi di ricerca prima e dopo sui partecipanti AOT. Hanno riscontrato una drastica riduzione degli arresti dei partecipanti per tutti i crimini e un netto calo degli arresti per crimini violenti.

Un recente esame di un programma AOT nella contea del Nevada, in California, ha analizzato i costi associati a 17 persone durante i primi 2 anni e mezzo del programma e ha scoperto che AOT ha risparmiato più di $ 500.000, la maggior parte a causa della riduzione dei ricoveri e del carcere. Gli autori hanno concluso che per ogni $ 1 investito in AOT nella contea del Nevada, è stato risparmiato $ 1,81.

Schneider, dell’ACEP, concorda con il concetto di AOT, ma ritiene essenziale che siano costruiti nuovi ospedali psichiatrici.

"L’idea di fornire assistenza psichiatrica nella comunità è buona, manterrebbe i pazienti psichiatrici nella comunità invece che in ospedale … Penso che l’idea di aumentare le risorse della comunità sia davvero una buona idea, ma non credo è una buona idea togliere le risorse istituzionali prima di avere le risorse della comunità," lei disse.

Sfortunatamente, non ci sono piani per un investimento importante nel sistema di salute mentale della nazione, secondo Schneider. Fino a quando la nazione non spende soldi per cure psichiatriche, questo "parodia" peggiorerà solo.

Per le comunità interessate all’implementazione di un programma AOT, il TAC ha creato una guida completa per l’attuazione dei programmi AOT.

Ultimo aggiornamento 16 settembre 2017

Un medico recentemente tornato dall’Africa occidentale è in isolamento al Bellevue Hospital di New York City dopo essere risultato positivo all’ebola.

Un secondo test per confermare il risultato verrà effettuato presso i laboratori del CDC ad Atlanta, ha detto l’agenzia in una dichiarazione nella tarda serata di giovedì.

Il medico, Craig Spencer, MD, era tornato dalla Guinea il 17 ottobre ed era passato attraverso il protocollo di screening avanzato in atto all’aeroporto JFK. Non aveva febbre o sintomi durante il viaggio o al momento dell’arrivo, ha detto il CDC.

Giovedì, ha riferito per la prima volta febbre e sintomi gastrointestinali al Dipartimento di Salute e Igiene Mentale della città.

Spencer è stato portato a Bellevue in ambulanza da assistenti appositamente addestrati che indossavano dispositivi di protezione individuale, ha detto il dipartimento in un comunicato.

Sulla base della sua recente storia di viaggio, dei sintomi e del lavoro passato, il dipartimento ha deciso di fare un test per l’Ebola.

Il CDC ha detto che tre membri dell’Ebola Response Team sarebbero arrivati ​​a New York giovedì sera. Il team di nuova costituzione è destinato a essere schierato quando viene identificato un caso di Ebola o quando i funzionari sanitari sospettano fortemente che un paziente abbia l’Ebola ma sono in attesa dei risultati di laboratorio.

Ma l’agenzia ha detto che aveva già diversi esperti a disposizione che erano stati in città per valutare la disponibilità dell’ospedale a ricevere i pazienti di Ebola, incluso Bellevue.

Il CDC ha detto che il paziente è stato intervistato sui suoi contatti e attività da quando è arrivato dalla Guinea e il dipartimento sanitario della città ha detto che in precedenza gli operatori sanitari pubblici stavano già iniziando a tracciare tutti i contatti del paziente per identificare quelli che potrebbero essere a rischio .

Nel frattempo, la famiglia di un’infermiera di Dallas infettata da Ebola afferma di aver eliminato il virus, secondo le notizie, ma l’ospedale di Atlanta dove è in cura Amber Vinson non lo ha confermato.

I test non rilevano più il virus e Vinson è stato autorizzato a lasciare l’isolamento, secondo una dichiarazione di sua madre, Debra Berry, dicono i rapporti.

Ma un membro del personale del dipartimento di comunicazione dell’Emory University Hospital ha detto giovedì alla fine che l’ospedale non è in grado di confermare i rapporti.

Vinson è stato coinvolto nelle cure di Thomas Eric Duncan, un liberiano a cui è stata diagnosticata l’Ebola a Dallas durante una visita negli Stati Uniti e che è morto per il virus l’8 ottobre. Vinson era l’infermiera che ha notato per la prima volta una leggera febbre mentre si trovava in Ohio. imbarcarsi su un volo di ritorno a Dallas.

Anche infettata dall’esposizione a Duncan è stata la collega infermiera Nina Pham, che è attualmente in cura nel Centro Clinico del NIH a Bethesda, Md. Un portavoce del NIH ha detto giovedì che rimane in buone condizioni.

I casi hanno destato preoccupazione sullo sfondo dell’epidemia che imperversa in tre paesi dell’Africa occidentale, Liberia, Guinea e Sierra Leone, dove il virus ha infettato almeno 9.911 persone e ucciso almeno 4.868.

Quel grezzo tasso di mortalità di circa il 50% è probabilmente una sottostima a causa di dati incompleti: secondo l’organizzazione mondiale della sanità, è probabilmente vicino al 70%.

Ma negli ospedali dei paesi del Primo Mondo, l’Ebola sembra essere decisamente meno mortale che nell’Africa occidentale.

L’Europa e gli Stati Uniti messi insieme hanno avuto 17 casi, tutti tranne tre originari dell’Africa occidentale. Di questi, quattro sono morti: Duncan, due missionari spagnoli e un operatore sanitario delle Nazioni Unite che è stato curato in Germania.

Dei rimanenti 13, 10 sono guariti e quattro – Vinson, Pham, Spencer e un medico in Germania – rimangono in cura.

Ultimo aggiornamento 24 ottobre 2014“

Tieni presente che alcuni link potrebbero richiedere abbonamenti.

I produttori di farmaci stanno iniziando a indirizzare gli annunci a gruppi più specifici di pazienti. (STATISTICA)

E a proposito di medicina di precisione, il NIH si sta preparando a reclutare alcuni iscritti – vale a dire 1 milione – per il suo studio di medicina di precisione. (Associated Press)

Il numero di casi di tre comuni malattie a trasmissione sessuale ha raggiunto un massimo storico nel 2016, ha riferito il CDC. (Reuters)

La United Network for Organ Sharing ha sviluppato un nuovo metodo per l’assegnazione dei fegati, ma alcuni sostengono che sposterà semplicemente gli organi dalle aree più povere a quelle più ricche. (NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA)

I ricercatori potrebbero avvicinarsi allo sviluppo di un test per l’encefalopatia traumatica cronica. (HuffPost)

Bristol-Myers Squibb ha detto che la FDA ha approvato nivolumab (Opdivo) per il trattamento del cancro al fegato che è progredito dopo il trattamento con sorafenib (Nexavar).

E il produttore farmaceutico rivale Merck ha detto che l’agenzia ha approvato il suo prodotto simile, pembrolizumab (Keytruda), per il cancro della giunzione gastrica o gastroesofagea PD-L1 positivo, ricorrente, localmente avanzato o metastatico precedentemente trattato.

Vuoi rendere il vaccino antinfluenzale più efficace? Essere di buon umore quando lo ottieni può aiutare. (Newsweek)

La mia quinoa batte i tuoi bocconcini di pollo: il CEO di Panera sfida i dirigenti del fast-food a mangiare dal menu dei bambini dei loro ristoranti per una settimana. (NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA)

Il segretario per la salute e i servizi umani Tom Price, MD, l’uso di jet noleggiati per i viaggi governativi è "sbalorditivo," dice l’ex segretaria dell’HHS Kathleen Sebelius. (Bloomberg)

La schizofrenia paranoica e il lavoro spesso non si mescolano, dice Erica Crompton in base alla propria esperienza. (Il New York Times)

Morning Break è una guida quotidiana alle novità e agli interessanti sul Web per gli operatori sanitari, alimentata dalla comunità MedPage Today. Hai un suggerimento? Invia a noi: MPT_editorial@everydayhealthinc.com.

, , ,

Le donne trattate per carcinoma duttale in situ (DCIS) vivevano più a lungo delle donne che non avevano una storia di precursore del cancro al seno, secondo uno studio riportato all’European Cancer Congress (ECCO) di Amsterdam.

Lo studio su 9.799 donne ha mostrato un tasso di mortalità standardizzato (SMR) di 0,90 (IC 95% 0,87-0,96), che rappresenta slim4vit belen un rischio inferiore del 10% di morte per qualsiasi causa rispetto alla popolazione generale di donne. La coorte DCIS aveva un aumentato rischio di morire di cancro al seno (SMR 3.3, 95% CI 2.95-3.74) ma un minor rischio di morire della maggior parte delle altre condizioni croniche e di alcuni tumori.

Punti d’azione

Si noti che questi studi sono stati pubblicati come abstract e presentati a una conferenza. Questi dati e conclusioni dovrebbero essere considerati preliminari fino alla pubblicazione in una rivista peer-reviewed.

"La diagnosi di DCIS può essere estremamente angosciante e la ricerca indica che molte donne sovrastimano i rischi coinvolti e sono confuse sul trattamento," Lotte Elshof, MD, del Netherlands Cancer Institute, ha detto in una dichiarazione. "Questo studio dovrebbe rassicurare sul fatto che una diagnosi di DCIS non aumenta il rischio di morte."

Data la natura preinvasiva del DCIS, quasi tutti i casi sarebbero stati probabilmente diagnosticati dallo screening del cancro al seno, suggerendo che le donne con DCIS avrebbero potuto essere un gruppo attento alla salute e abbastanza bene da partecipare a programmi di screening sanitario, ha aggiunto.